Shop
Diventa arbitro di Football Americano
 
COACH BORCHINI PRESENTA L’UNDER 21

"Una squadra giovane ma ricca di talenti che può davvero volare alto."


Dopo due anni i Panthers tornano a disputare un campionato di U21: cosa significa per te questa responsabilità?
"Fondamentalmente le responsabilità sono le stesse di ogni campionato giovanile, vogliamo far crescere i ragazzi il più possibile".

Quali sono gli obiettivi di questa stagione?
"Cercheremo di prenderci qualche grossa soddisfazione, l'obiettivo più bello comunque sarebbe vederli tutti il prossimo anno in serie A".

Che tipo di squadra scenderà in campo?
"Abbiamo una squadra innegabilmente con molto talento in tanti ruoli chiave, forse quello che ci manca veramente è la costanza nel giocare ad alto livello".

Su cosa avete lavorato in particolare per preparare la stagione?
"Considerando che parliamo di ragazzi con relativa poca esperienza e di alcuni nuovi ovviamente abbiamo lavorato molto sui fondamentali in modo da preparare il più possibile i ragazzi a tutte le varie situazioni che si presentano in partita".

Qual è l'avversario che dovremo temere maggiormente?
"Senza dubbio gli Hogs Reggio Emilia, sicuramente una delle candidate alla vittoria finale. Hanno tanti ragazzi e molti con tanta esperienza anche di IFL. Poi non vedo male Bologna sponda Warriors, le romane Barbari Grizzlies e Marines, fondamentalmente per gli stessi motivi".

Cosa cambia allenare l'U21 rispetto ad altre categorie?
"La cosa che più colpisce è sicuramente l'entusiasmo dei ragazzi, tecnicamente è un mondo diverso, con i giovani si parte spesso da zero e bisogna impostare un percorso di crescita a volte anche a scapito del risultato immediato sul campo per portarli il prima possibile con i grandi".

Chi sono i nostri avversari di domenica?
"Domenica giocheremo con i Rhinos Milano, una delle squadre storiche del football italiano. Hanno sempre avuto dei settori giovanili di ottima qualità. Sarà una partita tirata fino all'ultimo minuto".

 
< Prec.   Pros. >